20.2 ANTIGONE

I miei necrologi
non suscitino
la tua gelosia:
sono soltanto
manciate di terra
sul corpo di chi
è venuto a mancare.
Oh Emone,
tu ancora respiri
e dal manico stretta
tieni in pugno la spada
(spero che tu voglia usarla
per sollevarmi la gonna).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...